Toscano, classe 1952, ha lavorato dieci anni a Firenze alla Biblioteca Nazionale. Artisticamente nasce con la generazione dei cantautori degli anni Settanta. Laureato in Musicologia, DAMS di Firenze. MUSICA Tra il 1973 e il 1979 a Firenze da vita con altri artisti al Collettivo Victor Jara. Che inizialmente concepito come gruppo musicale legato al repertorio popolare e “impegnato” si trasforma in gruppo di produzione teatrale. Col Colletivo Victor Jara realizza due dischi, distribuiti dai Circoli Ottobre: “Collettivo Victor Jara” e “Non vi mettete a Spingere”. Il primo disco con etichette nazionali è DAVID RIONDINO, nel 1978, per L’Ultima Spiaggia, etichetta di Nanni Ricordi. Seguirà la tournée dei Fabrizio De André e PFM, del 1978/79, che Riondino apre per tutta la durata del giro. Segue un contratto con RCA, e la produzione del disco BOULEVARD, arrangiato da Shapiro. Prodotto da Renzo Fantini e messo in distribuzione dalla rivista Tango diretta da Staino, alla quale collabra, è iul disco “TANGO DEI MIRACOLI”, uscito in edicola con illustrazioni di Milo Manara. Seguiranno “ RACCONTI PICARESCHI per CGD (1989), che raccoglie i song dei suoi spettacoli di teatro canzone, “ NON SVEGLIATE L’AMORE ” (1991), CGD che rielabora in canzone i libri biblici dell’Ecclesiaste e del Cantico, con copertine di ndrea Pazienza e Milo Manara. E ancora “ TEMPORALE ” (1994), “ QUANDO VENGONO LE BALLERINE ” (1995). Accompagnata da un libro per Donzelli, esce il disco, “ La cantata dei pastori immobili” insieme a Stefano Bollani. È autore della canzone Maracaibo, cantata da Lu Colombo e molti altri interpreti (Raffaella Carrà, Jerry Calà), che è del 1981 ed ha una lunga storia nella musica leggera contemporanea. Partecipa a Sanremo in coppia con Sabina Guzzanti con la canzone “ Troppo sole ” (1995). Premio tenco miglior canzone con LA BALLATA DEL SI E DEL NO nel 1992. CINEMA Nel cinema è attore in“ KAMIKAZEN” (1987) con Paolo Rossi, e in “ CAVALLI SI NASCE ” (1989), esordio cinematografico del disegnatore Sergio Staino; lavora con Marco Tullio Giordana in MALEDETTI VI AMERO’, coi Taviani ne LA NOTTE DI SAN LORENZO. Nel film girato da lui stesso CUBA LIBRE-VELOCIPEDI AI TROPICI. Nel 2000 ha partecipato al film L’ULTIMO GIORNO DEL TORO (2018) di Alessandro Zizzo e al cortometraggio di Carlo Barbalucca STORIE DI PRECARIA FOLLIA (2019) La sua prima regia del 1997 è “ CUBA LIBRE ” (1997), tra i pochissimi lungometraggi italiani girati all’Avana prima della recente apertura. Negli ultimi anni si è dedicato molto al documentario, sul rapporto tra musica, poesia popolare e cronaca, realizzando con i poeti improvvisatori cubani “OTELLO ALL’IMPROVVISO” (poeti che improvvisano su Otello 2007), “DUE RIVE UNA SOLA VOCE” (incontro scontro tra improvvisatori di Avana e Miami 2009), “SHAKESPEARE IN’AVANA” (poeti che improvvisano su Romeo e Giulietta 2011) “AEDOS” (viaggio nei teatri italiani e spagnoli di un gruppo di improvvisatori 2015) “IL PAPA IN VERSI” (cronaca in versi dei poeti sul viaggio di Papa Francesco a Cuba 2015). DECIME PER IRMA (2017). Per la Regione Sicilia ha realizzato il documentario “LA MUSICA DI CALATAFIMI”(il trombettiere di Garibaldi, Giovanni Tironi, e le musiche che incontra in Sicilia 2013). Ha raccolto la propria attività di autore di canzoni-cronaca in un documentario: “TG-SUITE”(canzoni-cronaca settimanali per Radio Citta Futura, Roma 2014). TG SUITE 2016 documenta l’attività del TG SUITE negli anni seguenti (Prodotto da Giano Con Regione Lazio) LA VENERE DI MILO produzione Giano 2019/20, documentario sulla realizzazione della statua di Brigitte Bardot da parte di Milo Manara. RADIO In radio, con alcuni episodi di trasposizione televisiva, ha realizzato per anni il programma cult DOTTOR DJEMBE’, con Stefano Bollani, dal 2006 al 2012. Compone le ballate che accompagnano il programma Radiio rai “umana cosa” di Maurizio Fiorilla, sul Decameron del Boccaccio, in occasione del centenario del 2013. TELEVISIONE Singolare anche la sua attività in televisione dove partecipa ad alcune delle trasmissioni televisive tra le più interessanti e innovative della recente storia della televisione come Lupo solitario, Fuori orario, Aperto per ferie, L’araba fenice, fino al personaggio che più gli dà popolarità presso il pubblico del piccolo schermo, quel Joao Mesquinho, cantautore brasiliano inventato per il “ Maurizio Costanzo Show”. Al Maurizio Costanzo Show partecipa per molte stagioni, tra gli anni 90 e il 2000. nel 2000 e 2001 partecipa al cast della trasmissione di Fabio Fazio “Quelli che il Calcio”. Nel 2002 partecipa alla trasmissione “ Velisti per caso”, navigando per un mese con Patrizio Roversi nella barca Adriatica. Nel 2003 partecipa alla fortunata trasmissione di Rai 2 “ Bulldozer ”, condotta da Dario Vergassola e Federica Panicucci. Nel 2005 “Una poltrona per due” per LA 7. “A tutto volume”, il programma di libri delle reti Fininvest (1992/93/94), primo programma “contemporaneo” sulla editoria libraria, che lancerà Daria Bignardi. Conduce la prima edizione del programma televisivo FUORI ORARIO su Rai 3. TEATRO Il teatro resta comunque la sua attività principale. La sua attività teatrale parte dal “ Romanzo Picaresco ” (1989) all’esperienza con Paolo Rossi in “ Chiamatemi Kowalski ” e “ La commedia da due lire ” (1990), per continuare con “ Paesaggi dopo la battaglia ” (1991), “Seminario sulla verità ” (1992), “O patria mia ” (1993/94) con la regia di Giuseppe Bertolucci e la partecipazione di Sabina Guzzanti, Paolo Bessegato e Antonio Catania ; “ Solo con un piazzato bianco ” (1996) recital di e con David Riondino. “Peter Uncino”, con Milva su testo di Michele Serra. “Dante Novecento” con Sandro Lombardi, regia di Federico Tiezzi. Gli ultimi spettacoli realizzati da Riondino rappresentano sempre di più la scelta di un teatro all’insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici più o meno noti e musica dal vivo (eseguita anche con complessi bandistici o gruppi di strumentisti jazz o classici): possiamo citare tra questi il “Trombettiere di Custer ”, in varie edizioni, nelle quali si sono alternati Antonio Catania, Francesco Rossini, e i musicisti Gabriele Mirabassi, Enrico Rava e Stefano Bollani “ Dedicato a Ernesto Ragazzoni ”, con letture del poeta e musiche di Gabriele Mirabassi Ancora in teatro, “ La cantata dei pastori immobili” insieme a Stefano Bollani , Petra Magoni, Monica Demuru, Paolo Benvegnù. il recital “Fermata provvisoria”, che in varie edizioni raccoglie e amplifica il repertorio di racconti e canzoni di Riondino. Dal 1999 si occupa di progetti speciali con i corpi bandistici allestendo alcuni spettacoli di interesse nazionale come “La buona novella” di Fabrizio De Andrè, “Il Corsaro Nero” di Verne, “poema di Garibaldi” da realizzarsi insieme alla banda dei vari luoghi in cui si allestisce lo spettacolo. Con Dario Vergassola ha continuativamente messo in scena recital teatral musicali: I CAVALIERI DEL TORNIO, TODOS CABALLEROS, RIONDINO ACCOMPAGNA VERGASSOLA A INCONTRARE FLAUBERT, LA TRAVIATA DELLE CAMELIE, LA BALLATA DELL’ACCIUGA Con la regia di Sergio Maifredi, sempre con Dario Vergassola, ha raccontato il CANTO 24 DELL’ILIADE, CANTO SESTO DELL’ENEIDE. Una parte della sua attività lo vede collaborare con Milo Manara, col quale ha messo spesso in scena conversazioni teatralizzate, che mettevano in scena i lavori dell’illustratore proiettati in grande schermo: IL PITTORE E LA MODELLA, VIAGGIO A TULUN, CARAVAGGIO. LIBRI Collabora come verseggiatore satirico a riviste ormai storiche come “ Tango ”, “ Il male ”, “ Cuore ”, nonché a “ Comix ” e saltuariamente a Linus. Negli anni 90 e 2000 collabora alle riviste satiriche Boxer diretta da Vauro e Il Male di Vauro e Vincino. Una raccolta per Feltrinelli, ROMBI E MILONGHE, poi RUMBA, una guida dell’Avana e dintorni per LIZARD coi disegni di ROBERTO PERINI, poi LO SGURZ per Nottetempo, IL TROMBETTIERE per Magazzini Salani, e SUSSIDIARIO per Castelvecchi. DIREZIONI ARTISTICHE E’ su questa linea di incontro tra generi e artisti di diverse provenienze che si sviluppa anche la sua attività di direttore e consulente artistico. Dalla Stagione 1999-2000 è consulente artistico del Teatro degli Illuminati di Città di Castello, dove cura le stagioni teatrali e gli eventi relativi. Inoltre dal 1997 al 2017 è il Direttore Artistico della rassegna estiva “ Il Giardino della Poesia ”, rassegna di poesia contemporanea a San Mauro Pascoli e dal 1999 al 2006 è il Direttore Artistico della manifestazione “ Festival del Mare ” che si svolge in varie località della riviera romagnola. Dal 2003 al 2009 è direttore artistico del “ Teatro all’improvviso” presso il Teatro delle Rocce di Gavorrano Sempre nel 2003 è direttore artistico del “Fossombrone teatro Festival”. Dal 2006 al 2008 è Direttore Artistico del Francigena Festival. Sempre dal 2006 fonda “L’Accademia dell’Ottava” progetto che ha come obbiettivo il recupero della tradizione orale toscana. È suo il progetto musicale e scenico TG SUITE, che ha avuto varie occasioni di realizzazione, l’ultima nel 2020 col comune di Scandicci: il porgetto raccoglie diversi musicisti che compongono settimana per settimana canzoni a partire da note di cronaca, e le raccolgono in un settimanale web: per poi ogni quattro settimane, per due mesi, metterle in scena nel parco di Vallicaia, nel territorio appunto di Scandicci. Su questo modulo produttivo il TG SUITE continua a girare, in web e in scena.

'David Riondino'

I concerti di Entroterre

02 Luglio 2021 · ore 21:30
Cortile delle mura della Rocca, Bertinoro FC

Conversazioni su Dante con David Riondino

conduce Luca Damiani, Musiche di Cosmo Nocenzi (pianoforte)
Ingresso a pagamento