La Classica Orchestra Afrobeat è un ensemble composto da 13 musicisti di estrazione mista classica, barocca e popolare. Diretta da Marco Zanotti, crea nei suoi lavori di composizione o arrangiamento un territorio di confine che mescola le sonorità e le peculiarità espressive degli strumenti della tradizione colta europea come archi, legni e clavicembalo con le percussioni, i canti e le poliritmie africane. Il disco d’esordio SHRINE ON YOU, FELA GOES CLASSICAL esce nel 2011 ed è un omaggio a Fela Kuti, , il più grande genio musicale e ribelle politico africano della storia recente. L’album ha fatto in questi anni il pieno di critiche entusiastiche sia in Italia che all’estero, inclusa la partecipazione allo storico festival inglese di Glastonbury (prima band italiana mai invitata) e nel 2014 a Perugia come evento di punta del Festival di Radio3. I seguenti due album prodotti dall’ensemble sono rispettivamente una suite musicale in tre atti intitolata REGARD SUR LE PASSE’ (2014) che racconta l’epica dell’ultimo imperatore d’Africa e POLYPHONIE (2017), un concept-album dedicato e ispirato alla Natura e alla Foresta. Da questi tre lavori discografici la Classica Orchestra Afrobeat prende spunto per confezionare un repertorio che parte da Fela Kuti e arriva fino alle composizioni originali di Polyphonie (inclusi un paio di inediti). Sempre con il proprio stile ibrido e intrigante, a cavallo tra l’eleganza della musica classica e l’energia dell’afrobeat.

Un autentico colpo di genio. Meravigliosa creatura perfettamente in bilico tra forma barocca e groove afrobeat. Fusione miracolosa che, per una volta, ha convogliato sguardi rapiti dentro il perimetro di casa nostra. (Blow up)

“Finalmente un dialogo concreto, non soltanto teorico, tra i ritmi di madre Africa e la musica colta europea” (La Repubblica) “Un meraviglioso e sorprendente manifesto di musica vera, viva e pulsante” (Rockerilla)

“Musica atemporale, cosmopolita e multiculturale nel più ampio e profondo dei termini, un’ulteriore testimonianza del fatto che è attraverso la cultura e la conoscenza che si possono superare divisioni e paure del diverso. (Buscadero)

“una multicolore rapsodia alla fratellanza. Un prodigio rappresentato da questa stupefacente interpretazione“ (Rockerilla) “La terza prova sulla lunga distanza è ancora un capolavoro, un incanto musicale con pochi uguali” (Raro!)

'Classica Orchestra Afrobeat'

I concerti di Entroterre

Nessun concerto