segnaposto artisti

L’Ensemble nasce dall’incontro tra il violinista Alessandro Ciccolini e il clavicembalista e organista Francesco Baroni e si sviluppa sull’idea di formare un gruppo dedito all’esecuzione del repertorio barocco. Dopo venticinque anni di attività concertistica, spesso condivisa, il ritrovarsi colleghi docenti del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio A. Boito di Parma, dà loro modo, attraverso la comune passione per la didattica, di pensare alla fondazione di ensemble che possa coniugare un progetto di recupero musicologico della tradizione della storia musicale barocca di Parma e l’offerta di un concreto spazio lavorativo per le giovani generazioni di musicisti che intendano approfondire seriamente la ricerca e lo studio del repertorio di questo periodo storico.

È nato così, all’interno del Conservatorio di Parma Par.M.A., acronimo di Parma Musica Antica, un progetto articolato reso vitale da un gruppo di musicisti, allievi e docenti del Conservstorio stesso, che sta iniziando in questi anni ad esplorare il repertorio inedito del Sei-Settecento legato alla storia musicale della città di Parma per evidenziarne la qualità artistica.

La prima esibizione è avvenuta nel giugno 2018 nella prestigiosa cornice del seicentesco Teatro Farnese di Parma con l’esecuzione dell’inedita serenata Po, Imeneo e Citerea composta da Bernaro Sabadini, maestro di cappella della corte farnesiana tra Seicento e Settecento; lo spettacolo è stato replicato poi nell’autunno 2018 durante il Festival di Musica Antica “Grandezze e Meraviglie” di Modena-Ferrara e il festival Anima Mea di Bari.

Nel dicembre 2018 al gruppo è stata commissionata l’esecuzione della Messa Terza di Giovanni Battista Chinelli, maestro di Cappella della Cattedrale di Parma del XVII secolo; il concerto, avvenuto il 20 dicembre 2018, è stata la ricostruzione filologica delle condizioni originali di esecuzione dell’epoca nel luogo dove è stata concepita questa musica. Attualmente è in programmazione l’incisione di queste musiche.

A seguito di queste prime positive esperienze, si è deciso di dare forma stabile a questo ensemble all’interno di Par.M.A, questo grazie alla preziosa collaborazione con Romagna Musica che ne è divenuto il soggetto produttore in modo che si possa dare corpo al naturale sviluppo professionale di Par.M.A.
Si è deciso, infine, di dare nome all’ensemble la Compagnia dei Violini, come recupero del nome di uno storico gruppo di violinisti attivo alla corte Farnese tra fine Cinquecento ed inizio Seicento.

'Compagnia dei Violini'

I concerti di Entroterre

Nessun concerto