Attivi sin dall’autunno 2009, i DeSamistade non rappresentano semplicemente una delle realtà musicali più giovani ed operose che siano mai state censite e promosse dalla “Fondazione Fabrizio De André”, ma anche e soprattutto un progetto artistico e musicale volto allo studio meticoloso ed all’appassionata valorizzazione e sperimentazione delle atmosfere poetiche tanto care al cantautore genovese.

Il sodalizio artistico con attori, registi, grafici e fondazioni culturali ha portato I DeSamistade a suonare su oltre cento differenti palchi italiani, tra cui il meraviglioso “Teatro Valli” di Reggio Emilia ed il popolare tempio della musica leggera del “Circolo Fuori Orario”. L’attenta riflessione intellettuale intorno ai testi ed alle musiche di De Andrè, ha scaturito concept inediti di teatro-canzone, con assoluto consenso di critica e pubblico, tra i quali “Pettirossi da Combattimento”(2010), “Storia di un Precariato”(2013), “Non Avrai altro Dio” (2016) “Perché i Ciliegi ritornino in Fiore” (2017), “Il Vangelo Secondo de André” (2018) e molti altri. Nel 2013 la collaborazione e l’amicizia con il sacerdote anarchico Don Andrea Gallo porta i musicisti ad entrare in contatto con la Comunità di “San Benedetto al Porto” di Genova, uno dei luoghi più vicini al messaggio di fratellanza universale di Fabrizio De André, dal quale i DeSamistade traggono importanti spunti per nuovi percorsi di crescita poetica e musicale. La collaborazione con importanti realtà benefiche ed umanitarie sul territorio (tra cui Emergency, LILT, GRADE, Croce Rossa Italiana, CUAMM-Medici con l’Africa e molte altre) rappresenta per i DeSamistade un metodo di lavoro incisivo per generare aiuti concreti tramite la poesia e la musica di Fabrizio. Chiamati a suonare in contesti del tutto unici, tra cui i concerti presso l’Eremo di Monte Giove (eventi straordinari delle edizioni 2015 e 2017 del “Fano Jazz Festival”), i musicisti affinano gradualmente la capacità di adattare la propria offerta ad ambienti peculiari di riflessione e spiritualità. Sulla scia della loro esperienza ed in collaborazione con il chitarrista italo- argentino Hernan Diego Loza, nel 2016 compongono e producono sotto l’etichetta “Visage Music” il loro primo album “La Grammatica della Fantasia”, in omaggio al celebre poeta e filastrocchiere Gianni Rodari.

Con il loro studio attento delle partiture e dei progressivi arrangiamenti di tutta la discografia di Fabrizio De André e con la loro sperimentazione poli-artistica di teatro-canzone, I DeSamistade rappresentano oggi una delle realtà musicali più attente alla poesia cantautorale, a sua difesa e continua sublimazione quale anima inesauribile di tutta la cultura italiana e universale.

'DeSamistade'

I concerti di Entroterre

Nessun concerto