Giuseppe Fontana Chitarra, armonica
Paolo Chirico Contrabbasso, chitarra
Valentina Musolino Voce


L’evento

I Muddy Buddies, “compari di fango”, sono anche dei dolcetti caramellosi a base di cereali croccanti ricoperti di cioccolata, burro d’arachidi e zucchero. Ascoltando questo trio ci si immerge nel fiume fangoso e cioccolatoso del blues delle radici, ci si appiccica le dita con delle pastose ballad e infine ci si glassa dalla testa ai piedi con i brillantini dello swing italiano anni 40. Un viaggio musicale caratterizzato da un suono d’altri tempi coinvolgente, emozionante e ballabile!

Pronti a scatenarvi per le strade!

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


Tribulé – Scuola di Circo

con India Baretto


L’evento

India Baretto, trasognata e romantica, festeggia il suo compleanno e scarta i pacchetti ricevuti; i regali sono molto particolari e il gioco la trasporta nel mondo del circo.
Cosa troverà quando scarterà l’ultimo pacchetto?

Tra danza aerea e giocoleria, attraversando le tecniche circensi di fuoco e antipodismo India vi invita a festeggiare il suo compleanno e coinvolge bambini e adulti nei suoi numeri: ritmo incalzante e alto livello, in uno spettacolo/laboratorio di circo per tutta la famiglia.

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


Tribulé – Scuola di Circo

con India Baretto


L’evento

India Baretto, trasognata e romantica, festeggia il suo compleanno e scarta i pacchetti ricevuti; i regali sono molto particolari e il gioco la trasporta nel mondo del circo.
Cosa troverà quando scarterà l’ultimo pacchetto?

Tra danza aerea e giocoleria, attraversando le tecniche circensi di fuoco e antipodismo
India vi invita a festeggiare il suo compleanno e coinvolge bambini e adulti nei suoi numeri: ritmo incalzante e alto livello, in uno spettacolo/laboratorio di circo per tutta la famiglia.

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


da inserire

da inserire


L’evento

La CARACCA è arrivata in città!

Tamburi brasiliani, ritmi di ogni genere, giochi con il pubblico e con gli artisti, danze collettive, cori improvvisati: preparatevi ad essere piacevolmente coinvolti e straordinariamente confusi, nella performance più partecipata dell’estate.

_______
La CARACCA è una banda di tamburi itineranti fondata nel 2006 da Giuliano Lucarini. Nel corso dei suoi 18 anni di attività ha suonato in tantissimi festival e ha animato eventi di ogni tipo, creando ogni volta una dimensione popolare.

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


Balletto Civile

con Maurizio Camilli e Confident Frank
Sguardo Michela Lucenti
Tecnica Francesco Traverso
Produzione Balletto Civile in collaborazione con ERT – Emilia Romagna Teatro/ Festival Carne
con il sostegno di ICK (Amsterdam)
e del Ministero Italiano della Cultura MIC


Nel ’63 P.P.Pasolini scrisse Il Padre Selvaggio, un’opera destinata a rimanere nell’etere: il regista non trovò finanziatori, spaventati dalla sua libertà di pensiero, e il film non venne mai realizzato. L’abbozzo di sceneggiatura venne pubblicato postumo, nel fatale 1975.

In questa breve ed intensa opera, un canovaccio che sfugge alle definizioni, c’è tutto il Pasolini poeta e il Pasolini insegnante, che ai suoi allievi semplicemente chiedeva di osservare la vita per rifletterla e raccontarla, come egli stesso faceva nelle sue opere letterarie e nei suoi film.

I protagonisti sono Davidson, un ragazzo nero sensibile e acuto, proveniente da una tribù dell’Africa, e il suo insegnante europeo progressista e tormentato che cerca di dare ai suoi ragazzi un insegnamento anticonvenzionale e anticolonialista.

Questa opera racconta soprattutto un conflitto, tra l’insegnante e l’allievo, il rapporto tra bianchi e neri, il problema della libertà e della democrazia, la tensione verso l’altro da sé, e il ribaltamento dei ruoli: chi insegna? E chi impara?

Dalla sapiente rielaborazione del testo da parte del Balletto Civile è nato uno spettacolo e, successivamente, la performance a cui assisterete.

FAQ

Risposta lunga etc…


Balletto Civile

con Maurizio Camilli e Confident Frank
Sguardo Michela Lucenti
Tecnica Francesco Traverso
Produzione Balletto Civile in collaborazione con ERT – Emilia Romagna Teatro/ Festival Carne
con il sostegno di ICK (Amsterdam)
e del Ministero Italiano della Cultura MIC


Nel ’63 P.P.Pasolini scrisse Il Padre Selvaggio, un’opera destinata a rimanere nell’etere: il regista non trovò finanziatori, spaventati dalla sua libertà di pensiero, e il film non venne mai realizzato. L’abbozzo di sceneggiatura venne pubblicato postumo, nel fatale 1975.

In questa breve ed intensa opera, un canovaccio che sfugge alle definizioni, c’è tutto il Pasolini poeta e il Pasolini insegnante, che ai suoi allievi semplicemente chiedeva di osservare la vita per rifletterla e raccontarla, come egli stesso faceva nelle sue opere letterarie e nei suoi film.

I protagonisti sono Davidson, un ragazzo nero sensibile e acuto, proveniente da una tribù dell’Africa, e il suo insegnante europeo progressista e tormentato che cerca di dare ai suoi ragazzi un insegnamento anticonvenzionale e anticolonialista.

Questa opera racconta soprattutto un conflitto, tra l’insegnante e l’allievo, il rapporto tra bianchi e neri, il problema della libertà e della democrazia, la tensione verso l’altro da sé, e il ribaltamento dei ruoli: chi insegna? E chi impara?

Dalla sapiente rielaborazione del testo da parte del Balletto Civile è nato uno spettacolo e, successivamente, la performance a cui assisterete.

FAQ

Risposta lunga etc…


Free Nipples

Filippo Capparella
Giacomo Tamburini


L’evento

Un insolito viaggio all’inferno: i personaggi della storia e della letteratura sono stravolti, contaminati e cantati dalla poesia di un cabaret infernale. Fra gli altri: un Don Giovanni zitello, un Gesù che non è stato invitato all’ultima cena e un Leopardi troppo dedito all’autoerotismo…
Due attori accompagnano il pubblico, come Virgilio e Dante, tra le bolge di un inferno comico e goffo, che diventa pretesto per dare voce ai dannati, agli ultimi, a coloro che hanno perso l’amore o la speranza e, in virtù di questa perdita, si arrogano il diritto di farci conoscere la poesia.
Dandy Alighieri è un progetto di teatro-cabaret con canzoni originali che vuole riappropriarsi della tradizione della canzone popolare, dello stornello e dell’avanspettacolo, ispirandosi alle figure del saltimbanco e della coppia comica per rivivere il viaggio più raccontato, incredibile e controverso della letteratura mondiale.

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


Twain physical dance theatre

Regia e coreografia Loredana Parrella
Testi Aleksandros Memetaj
Progetto luci Loredana Parrella
Assistente alla coreografia Yoris Petrillo
Musica dal vivo Fabio Recchia
Interpreti
Caroline Loiseau, Aleksandros Memetaj, Yoris Petrillo, Romano Vellucci, Anne-Gaelle Stephant, Camille Cibrot,
Theo Marion-Wuillemin, Marco Cirignotta, Valerio Riondino. 
Produzione Twain Centro Produzione Danza


Lo spettacolo è liberamente tratto da Sogno di una notte di mezza estate, primo capolavoro comico di William Shakespeare, la più magica delle sue commedie, una miscela di avventure amorose romantiche, di sentimentalismo patetico, di fantasie erotiche capziose, di burla sapida e di inganni fiabeschi dove si intersecano folklore e letteratura classica, il mito e la favola, dove la trama, che riguarda gli amanti, si arricchisce e si complica con l’equivoco d’amore.

I personaggi di SOGNO agiscono in un’atmosfera di folklore e superstizione, nel calore dell’estate, nella follia di impulsi naturali disinibiti.

Incontriamo, Teseo e Ippolita (la cui corte offre il setting dell’intreccio amoroso), i Quattro Amanti che scappano da Atene e le cui avventure nel bosco costituiscono l’intreccio principale; Oberon e Titania con i loro affanni amorosi; Puck che con il suo errore muove i fili del destino dei quattro amanti; un gruppo di comici improvvisati dei quali fa parte Bottom che con la sua testa d’asino condivide l’amore visionario con Titania, la regina delle Fate, che trasforma cose volgari in forme sublimi.

Lo spettacolo pone al centro due domande: possiamo volgere il significato di “sogno” verso quello di “visione”? Possono l’amore ed il sogno trasformare la realtà? 

Potremmo dire che se sogniamo quando amiamo, nel “momento dell’amore” non vediamo più la realtà per quello che è ma potremmo anche sostenere che l’amore e il sogno possano modellare la realtà, perché è ciò che accade dentro ognuno di noi.

FAQ

Risposta lunga etc…


di e con
Francesco Scimemi


L’evento

Cos’è “Magicomio”? Giochetti di prestigio? Un portale verso un’altra dimensione?

E se dicessimo che sotto il frenetico susseguirsi di magie c’è anche uno spettacolo comico, che a sua volta nasconde poesia, cinema e un profondo studio dell’essere umano?

Francesco Scimemi porta sul palco l’esperienza e l’innata simpatia che l’hanno accompagnato in 40 anni di carriera: solo Magicomio, dal 1989, ha toccato le 2500 repliche, è stato tradotto in quattro lingue, e ha visitato quattro continenti. 

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…


Raffaella Misiti Voce
Stefano Scatozza Chitarra


L’evento

Le canzoni di Acustimantico, da Fiori di Loto a Musica Immaginaria, passando per cover di grandi autori, riproposte nella loro essenza più pura e con la forza di una semplicità che accorcia le distanze; si viene accolti nelle immagini e nelle suggestioni di una canzone come ospiti in casa, condividendo suoni, ricordi, sguardi. L’energia della musica si moltiplica e torna ad essere esperienza collettiva e vitale.

Acustimantico è un gruppo musicale italiano la cui musica unisce stili e generi diversi, dalla canzone d’autore alla musica etnica (in particolare balcanica e klezmer), dal pop al jazz, all’avanguardia. Pioniere dell’autoproduzione, pubblica sei dischi e dal 1998 svolge intensa attività live in Italia e all’estero (Francia, Germania, Giappone, Belgio). La forza del gruppo è nella mistura di linguaggi e nell’apertura verso tutte le forme poetiche, letterarie e teatrali.

Musiche originali di S. Scatozza, testi originali di D. Selvaggi.

Partner

FAQ

Risposta lunga etc…